Il portale di Cervinia, Valtournenche
Antey e Torgnon!

Sport Estivi

Trekking

Se le Alte Vie, la Grande Balconata, il Tour del Monte Rosa o del Cervino fanno parte della storia di questa terra, altrettanto belli e fascinosi sono i tantissimi sentieri (tutti segnalati, con grado di difficoltà e tempi di percorrenza) che a raggera si “aprono”, come d’incanto, dagli impianti di risalita del comprensorio della Grande Becca. Con “incontri ravvicinati” di camosci, stambecchi, marmotte e lassù nel cielo azzurro di aquile. Il tintinnio delle campane annunciano invece la presenza di mucche con rododendri e stelle alpine a comporre un puzzle davvero unico. Come la sua montagna: il Cervino!
Guide escursionistiche naturalistiche Associazione escursionistica Pedibus
Guide escursionistiche naturalistiche Associazione Geographica
Guide escursionistiche naturalistiche Associazione guide del Parco Nazionale Gran Paradiso
Guide escursionistiche naturalistiche Associazione guide della natura del Gran San Bernardo
Guide escursionistiche naturalistiche Associazione guide della natura di Cogne
Guide escursionistiche naturalistiche Associazione La Brenva
Guide escursionistiche naturalistiche Associazione La Genziana
Guide escursionistiche naturalistiche Associazione Namastè
Guide escursionistiche naturalistiche Associazione Sac à dos
Guide escursionistiche naturalistiche Associazione Sirdar Montagne et Aventure
Guide escursionistiche naturalistiche Cooperativa Habitat
Guide escursionistiche naturalistiche Cooperativa La Traccia
Guide escursionistiche naturalistiche Cooperativa Rhiannon
Guide escursionistiche naturalistiche Groupe guides de la nature Valdigne Mont Blanc
Guide escursionistiche naturalistiche Gruppo Grand Paradis Randonnée
Guide escursionistiche naturalistiche Gruppo Trekking VDA
Guide escursionistiche naturalistiche Singoli professionisti guide escursionistiche naturalistiche

Equitazione

Nuove emozioni per cavalieri esperti e neofiti: il trekking a cavallo
“…Questo mondo sprofonderebbe il giorno in cui non producesse più un cavaliere…” La previsione di Michelet è forse un po’ catastrofica, ma, certamente, fare trekking a cavallo è oggi un’attività molto diffusa e in crescita costante, al riparo, quindi, da … previsioni apocalittiche. Andare a cavallo è un’attività che nei secoli passati non costituiva tanto un hobby, quanto un’opportunità di locomozione; il più delle volte si cavalcava al galoppo e, come ci ricordano i film western, le vecchie diligenze spazzavano via la sabbia del “deserto” a tutta velocità. Oggi fare turismo equestre è anche piacere di andare piano. Una giornata di marcia a cavallo corrisponde, mediamente, a mezz’ora, quaranta minuti d’automobile, e muoversi lentamente consente d’apprezzare maggiormente l’ambiente e i dettagli: passeggiare a cavallo diventa così uno dei modi migliori per vivere la natura senza disturbarla. Per tale attività, in Valle d’Aosta sono disponibili numerosi centri equitazione specializzati.

Golf

Nasce in Scozia, nel XV secolo, la versione “moderna” di uno sport non più élitario
"Il golf è un gioco il cui obiettivo consiste nel lanciare una palla minuscola in una buca ancor più minuscola, con attrezzi singolarmente mal progettati a tale scopo " … così commentava il Golf Sir Winston Churchill. E’ una definizione che può, in qualche modo, aiutarci a spiegare, con una vena d’humour, in cosa consista il Golf; tuttavia, se il questa disciplina si riducesse ad essa, non ci sarebbe ragione di giocarvi. In realtà, con la sua ironica definizione, il grande statista inglese intendeva dire che il Golf è un gioco davvero “difficile”. Sarà per questo che molti hanno raccolto la sfida a cimentarsi in una nuova disciplina e, visti i risultati (in termini d’incremento della popolarità), il cimento è piaciuto davvero a tanti. In Valle d’Aosta ci sono 5 circuiti per giocare a golf e 2 campi pratica per l’allenamento, che offrono la possibilità di praticare questa disciplina sportiva in ambienti molto suggestivi.
Il campo a 18 buche più alto d'Italia vi aspetta. A Breuil-Cervinia possibilità di giocare sullo splendido campo da golf a 18 buche ai piedi del "Nobile Scoglio". Il primo in Valle d' Aosta e il più alto d'Italia: non dimenticate, per la vostra vacanza, i..."ferri del mestiere"!

Rafting

Avventure ed emozioni sugli splendidi scenari d’acqua della Valle d’Aosta
Da aprile a settembre, gli spumeggianti torrenti alpini diventano teatro di spettacolari attività sportive: canoa, kayak, rafting offrono agli amanti dell'acqua momenti emozionanti, fra rapide e scivoli naturali.
Il kayak, quasi sempre in polietilene, materiale resistentissimo agli urti, si usa stando seduti nel pozzetto e chiudendo lo spazio fra la persona e il pozzetto con il paraspruzzi, perché non entri l'acqua. Il kayak fluviale, con chiglia arrotondata, è maneggevole e adatto per manovre rapide e precise in spazi brevi.
La canoa canadese è un’imbarcazione solida, stabile, adatta al trasporto di più persone.
La caratteristica che la distingue subito dal kayak è l'uso della pagaia ad una sola pala. Questa permette una spinta potente, ma asimmetrica, per cui, di solito, la canadese è spinta da due o più vogatori, che devono essere ben affiatati.
La canadese è più lenta del kayak, proprio perché più stabile, ma offre maggiore comfort; essendo generalmente aperta, è meno adatta a fronteggiare onde e rapide impegnative.
Più conosciuto è il rafting, che consiste nella discesa di un corso fluviale a bordo di gommoni di varie dimensioni. Guide specializzate sono a disposizione per iniziare i principianti o per accompagnare gli appassionati con programmi diversi per difficoltà e durata; ci sono anche percorsi appositamente studiati per i ragazzi.
L’hydrospeed, disciplina più simile al canyoning, usa invece una specie di tavoletta con la quale si affrontano, a corpo libero, le acque di fiumi e torrenti.

Mountain Bike

BIKE PARK DEL CERVINO Dall’estate 2010, Breuil-Cervinia si presenta con importanti novità che riguardano il mondo delle due ruote: l’inaugurazione di due piste di discesa in mountain-bike. La località, che ha ospitato per ben 6 anni consecutivi la competizione internazionale di discesa in mountain-bike “Maxiavalanche”, ha deciso che era tempo di dedicarsi con anima e cuore a questa disciplina sportiva che promette grandi emozioni, a giovani e meno giovani. LE PISTE. La più lunga, che si presenta come il fiore all’occhiello, partirà da metri 2900 di Cime bianche laghi, per giungere, dopo un’interminabile serpentone, alla partenza delle funivie a Breuil-Cervinia. Lungo il percorso, che potremmo definire “freeride” , saranno approntati molti appoggi e alcune passerelle aeree in legno trattato, mentre la conformazione del tracciato tenderà a mantenere il piu’ possibile le connotazioni tipiche del terreno attraversato, permettendo cosi ai bikers, di godere oltre che di un paesaggio mozzafiato, anche della presenza di elementi ed ostacoli naturali che contraddistinguono il territorio di assoluta “alta montagna”. Il secondo percorso, anche questo definito da “freeride”, si divincolerà su un tracciato conosciuto al grande popolo dei frequentatori di Cervinia, come la pista di discesa della mitica “maxiavalanche” in quanto verrà realizzato sfruttando la traccia della nota competizione, lavorando il terreno in diversi punti, in modo da renderne scorrevole e “frizzante” la discesa in sella alla mountain-bike. Un riguardo particolarmente attento verrà dedicato alla segnaletica delle piste, con la realizzazione di apposite schede informative alla partenza dei tracciati, nelle quali verranno indicati gli aspetti fondamentali per garantire ai fruitori dei percorsi un grado di sicurezza il piu’ possibile elevato.

DATI TECNICI:
Percorso 1: Plan maison-Breuil Cervinia

  1. Lunghezza: 2300 mt circa
  2. Dislivello negativo:450 mt
  3. Livello tecnico: rosso
  4. Tempo di risalita con gli impianti (max): 15 minuti
  5. Punto lavaggio: adiacente alle funivie

Percorso 2: Cime Bianche laghi-Breuil Cervinia

  1. Lunghezza: 7000 mt circa
  2. Dislivello negativo: 781 mt
  3. Livello tecnico:rosso
  4. Tempo di risalita con gli impianti (max): 25 minuti

Punti di lavaggio biciclette

  1. N°2. in Località bardoney e presso lo stabile della funivia

Assistenza noleggio e ricambi:

  1. N°2. a Breuil-Cervinia.

UAINOT: tel 0166/940231
CERVINIA 2001: tel 0166/948713

Pesca

Suggestioni della pesca sportiva nei laghi e nei torrenti di montagna
Dalla Dora Baltea, che scorre lungo la valle centrale, ai limpidi torrenti, che fluiscono nelle valli laterali, fino ai laghi alpini, il panorama offerto agli appassionati di pesca sportiva è quanto mai variegato. Il “Consorzio regionale per la tutela, l'incremento e l'esercizio della pesca” pubblica ogni anno il calendario ittico, con tutte le informazioni utili per i pescatori: permessi necessari e punti di rilascio, periodi e giorni in cui la pesca è consentita, elenco delle riserve turistiche e invernali, attrezzi, tecniche ed esche consentiti. Su apposita mappa sono anche indicati tutti i laghi e ruscelli sul territorio regionale dove è possibile pescare ed i relativi regimi di pesca. Oltre alle “acque libere”, sono elencate le riserve di pesca direttamente gestite dal consorzio, quelle private e quelle curate dai “riverains”. Il “riverain” è un operatore privato che promuove e gestisce direttamente il torrente e la pesca sportiva. I pescatori sono accompagnati nelle zone di pesca dal riverain che, in collaborazione con gli operatori turistici, si occupa anche dell'organizzazione dell'accoglienza e dell’intrattenimento di famigliari e accompagnatori. Queste zone sono prevalentemente a regime no kill, con rilascio obbligatorio del pescato, e regole precise come: utilizzare ami singoli senza ardiglione (la piccola sporgenza sotto la punta dell'amo), bagnare le mani prima di toccare il pesce per liberarlo, maneggiare il pesce il meno possibile.

Sport Aerei

Il sogno atavico del volo a 3500 metri, tra Cervino, Gran Paradiso e Monte Bianco
Da alcuni anni gli “Icaro” che si cimentano (con maggior fortuna) nelle attività “volanti” sono aumentati vertiginosamente. Il Paracadutismo, attività in passato prerogativa dei militari è oggi assai diffusa. Allo stesso modo, forse in maniera ancor più significativa, sono aumentati i praticanti del volo in parapendio. Alla base di tale diffusione ci sono la morfologia del territorio valdostano e l’avvento delle nuove tecnologie che, oggi, propongono persino attrezzi biposto, oltre alla possibilità di praticare questo sport in carrozzella. A tali attività s’affiancano il volo a vela (aliante), quello a motore, il deltaplano e le spettacolari, coloratissime mongolfiere. L’aeroporto di Aosta “Corrado Gex”, situato a 2 km dall’ingresso in città, è sede dell’Aero Club della Valle d’Aosta. Antey-Saint-André, comune sulla strada per Cervinia, è, invece, sede logistica del principale centro di Parapendio della Valle d’Aosta, ove è possibile volare tutto l’anno, tempo permettendo.